Facebook Personal Branding Slider Social Media Social Network Twitter YouTube

Previously on .. #SocialMedia

previously
Written by Shonel

Il problema di un Blog è di doverlo tenere in costante aggiornamento.

Se poi la tematica di base è il mondo del Social Media bisognerebbe veramente starci dietro in maniera più che continua, visto che le novità si susseguono repentinamente, e c’è la famosa teoria del “Personal Branding” di essere sempre sul pezzo e cavalcare l’onda.. che diciamocelo, è tanto vera quanto lascia il tempo che trova.

Però è altrettanto vero che bisogna pure dire quali siano le novità, altrimenti quando se ne dovesse parlare in futuro parrebbe brutto dire “vi ricordate quando sono uscite XX e XY?”
Oltretutto come diavolo si fa a stare sul pezzo se non si ha materialmente il tempo di mettersi a scrivere? Sempre che non si vogliano fare cose vacue e onomatopeicamente “bleah“, dove allora vale tutto!
(una onomatopea vale più di mille parole. love it)

Allora tanto vale fare un bel riassuntone delle cose che hanno più catturato la mia attenzione e stimolato la mia curiosità,  che tanto “Tutto il Social Minuto per Minuto” lo fanno già da altre parti.

Ma passiamo al “riassuntone“.
Cosa è successo negli ultimi giorni?

  • Sicuramente la cosa che più ha fatto parlare la rete, settimana scorsa, è stato il lancio delle Pagine Brand di Pinterest, o meglio Pinterest for Business, la cui idea non è dissimile dalle Pagine di Facebook ma nel Pin-Style, a scopo commerciale, marketing o di self-promoting, con l’aggiunta oltretutto di bottoni e widget che mostrano le foto anche di board specifiche.
    Insomma, per evitare di vedere vicino alle infografiche, le foto delle ferie al mare.
    Per ogni ulteriore info vi rimando ai post di PinterestItaly  e di  WeAreSocial.


  • Rimanendo in campo di immagini e fotografie, parliamo di Instagram, che ha lanciato i suoi Badges. Questo per  continuare l’evoluzione partita dai profili web lanciati qualche settimana fa e di cui ho già parlato QUI.
    Questo sta rendendo Instagram un sito dalla consultazione sempre meno mobile, e sempre più avvicinabile all’utilizzo lavorativo (come fatto già da qualcuno).
    Per ora, lo smartphone resta l’unico strumento per caricare le fotografie.
  • Lasciamo le foto per restare comunque nell’ambito business parlando di Amazon, che decide di lanciare anch’esso le proprie pagine brand.
    Come per Pinterest l’idea di base è di estrazione facebookiana, integrando però tutte le funzionalità “e-commerce” che hanno reso Amazon il sito più importante di vendita online.
  • Facebook finalmente fa comparire il pulsante “condividi” anche nella sua versione web-mobile, ma non ancora nella sua app ufficiale per iOS.
    Questo post di Melamorsicata sull’argomento fa intuire che il ritardo nella diffusione di tale pulsante fosse una strategia ben precisa di FB per spingere gli utenti ad usare la versione da computer piuttosto che quella mobile solo perchè nella prima c’è un giro maggiore di pubblicità, ovvero quella attraverso la quale il popolare Social Newtork sopravvive.
  • Sempre riferito a Facebook è stata introdotta una funzione di PhotoSync-ing tra il sistema operativo di casa Apple e FacciaLibro, funzione per altro già presente nelle app di Google+ col nome di Instant Upload.
    Il senso vorrebbe essere quello di sfruttare il servizio come un servizio di clouding automatico per le foto rendendone più facile la pubblicazione.
    Personalmente, ho disattivato la funzione su entrambi. Decido io quali foto voler far entrare nei loro server.
  • Infine parliamo di Twitter: oramai più di una settimana fa è stato rilasciata la funzione di inviare via mail dei tweet visibili anche da chi non è iscritto al servizio.
    Questo per cosa?
    Vantarsi con gli amici della bella frase appena scritta, anche se non sono tra i nostri followers?
    O più nobilmente per permettere a chiunque di usufruire di una notizia interessante?
    O meno nobilmente, da parte di twitter, una bassa mossa che gioca sull’ego degli iscritti, che diffondendo via mail le proprie micro-creazioni, spinge altri ad iscriversi suscitando il loro interesse?

Come avete visto i giorni scorsi son stati più che intensi in quanto a novità.
E si che ho tralasciato quelle notizie più di “tendenza” come per esempio Gangnam Style che super Bieber su YouTube. 

Quello che mi piacerebbe trovare nei commenti, dopo che vi siete sorbiti questa sfilza di informazioni, è il vostro pensiero su questi nuovi strumenti, che (non nascondiamolo), per chi lavora nel mondo del web/social media management sono opportunità di  guadagno.

Alla prossima, e non dimenticate di seguirmi su Twitter e di mettere il Like sulla pagina Facebook!

About the author

Shonel

Mi occupo da tempo di Digital, Web & Social Media Marketing e docente di quest'ultimo per conto di HTML.IT

Porto il tutto avanti con la mia attività di consulenza: Shonel Consulting.

Articolista, Recensore di software & Hardware e quando serve presenzio a qualche evento...

Ma non solo:

Istruttore di nuoto, appassionato di Cinema, Serie TV, Tecnologia e Musica.

Ultimamente mi hanno anche chiesto di organizzare degli eventi...

Powered by themekiller.com