fbpx
Recensioni Slider

TRONO DI SPADE: La Lunga Notte (s8e3)- RECENSIONE

Written by Shonel

ATTENZIONE AGLI SPOILER!
(pochi ma ci sono)

Impressioni a caldo (beh, ci ho anche dormito sopra) dopo la visione dell’attesa ed epica puntata di Game Of Thrones!


Una cosa che è chiara, quando ci sono serie così amate e longeve come Game of Thrones, che ci saranno sempre qualche scontento, che non gli andrà bene qualcosa o avrà sempre qualcosa da ridire.
Quindi più che analizzare punto per punto cosa sia successo (altrimenti questo post verrebbe infinito), dico la mia sulle impressioni e il “sapore” che mi ha lasciato una delle cose di GOT che aspettavamo da tantissimo tempo.

La puntata di ieri era buia e confusionaria e ad un certo punto non si capiva più chi ammazzasse chi.

Ma era una battaglia: doveva essere confusionaria.

Io per primo mi sono sentito “dentro” non capendo più niente, con quel senso di ansia claustrofobica dato dalla quantità spropositata di non morti che assaltavano Winterfell.

L’unica cosa che mi ha incasinato è stata la battaglia aerea dei draghi, in cui ci ho messo un attimo a capire che il drago giallo fosse morto definitivamente.

Indubbiamente ci sono dei buchi narrativi, ma facilmente riempibili da un po’ di senso, comunque niente di così fastidioso da inficiare la qualità dell’episodio.
(Vedi Bran, completamente inutile! Dai, sei il maledettissimo Corvo a 3 Occhi e poi ti fai solo la svolazzata? ok, sei distaccato dal mondo e dalla vita degli umili mortali, però su, una briciolo in più potevi dirlo che dare l’imbeccata a theon con due complimentini per mandarlo allo sbaraglio)

OCCHIO QUI CHE STO PER RIVELARE IL FINALE: QUINDI ATTENZIONE


Buoni gli spunti, e le morti e i colpi di scena.
Salutiamo Mormont che almeno, anche se non più attratto romanticamente/fisicamente da “Dany”, le era comunque devoto e quale miglior morte se non tra le di lei braccia?
E poi “il guerriero del signore della luce” che finalmente muore dopo tante resurrezioni, per salvare Aria, perchè era il suo compito sin dall’inizio: E PERCHE’ ERA IL SUO COMPITO?
Tutti avrei detto tranne che fosse Aria a far fuori il Night King.
E Melisandre glielo ricorda, citando il maestro Sirio, lo spadaccino che insegna alla piccola di casa Stark ad usare Ago!
Quindi viene anche da chiedersi: “Ma Sirio era uno dei Senza Faccia come avevano fatto credere un paio di stagioni fa? O un adepto del Signore della Luce? O MELISANDRE STESSA? (La strega rossa che poi muore così, assolto però il suo compito, solo per sparire… tipo “ok, mi hanno chiuso il contratto, ma non sapevano come farmi morire… però l’hanno fatto bene)

Insomma, è tutto confusionario, un bordello, ma sicuramente molto più chiaro e godibile di una “battaglia finale di un qualunque film di Michael Bay” dove non si capisce una proverbiale mazza, ma anche perché sei stanco da un verboso e lungo film di cui cerchi ancora di capire il senso e come ci siamo arrivati allo scontro finale incasinato.

È stato un ottimo episodio.

About the author

Shonel

Mi occupo da tempo di Digital, Web & Social Media Marketing e docente di quest'ultimo per conto di HTML.IT

Porto il tutto avanti con la mia attività di consulenza: Shonel Consulting.

Articolista, Recensore di software & Hardware e quando serve presenzio a qualche evento...

Ma non solo:

Istruttore di nuoto, appassionato di Cinema, Serie TV, Tecnologia e Musica.

Ultimamente mi hanno anche chiesto di organizzare degli eventi...

Powered by themekiller.com